IT EN

In Evidenza

Autori:
Marco Reguzzoni
Lara La Loggia


Proprietà Intellettuale e Information Technology

Criptovalute, blockchain & Co. for dummies

Bitcoin, blockchain, mining, token sono termini oramai entrati nel dibattito pubblico quotidiano.

La tecnologia blockchain sembra in effetti essere diventata una sorta di santo graal per la risoluzione dei problemi più complessi e disparati, dalla tracciabilità alimentare sino ai processi di voto popolare.

L’andamento del mercato del bitcoin intanto ha occupato intere pagine dei giornali dopo che il suo prezzo ha subito un vero e proprio tracrollo dopo aver raggiunto valori incredibilmente elevati.

Ma sappiamo cosa si cela effettivamente dietro a parole come Bitcoin, Ethereum, Blockhcian, Mining?

Con il breve glossario che segue si è inteso fornire un primo aiuto per comprendere il significato dei vocaboli di più comune utilizzo nell’ambito della c.d. crypto economy.

*****

Agid

L’Agenzia per l'Italia Digitale è l’agenzia tecnica della Presidenza del Consiglio italiana, il cui compito è quello di facilitare la diffusione dell'utilizzo delle tecnologie, dell'informazione e della comunicazione, fra cui anche la tecnologia blockchain. 

Bitcoin

Il Bitcoin è una moneta virtuale, che è stata creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto (pseudonimo di uno o di un gruppo di hacker). La peculiarità del bitcoin rispetto alle valute aventi corso legale è che non è erogato da una Banca centrale, ma è basato unicamente su una rete di nodi (utenti digitali), che la gestiscono in modalità distribuita, peer-to-peer.

Blockchain

La blockchain è una catena di blocchi che contengono transazioni la cui validazione dipende da un meccanismo di consenso distribuito su tutti i nodi della rete o solo sui nodi che sono autorizzati a partecipare al procedimento di validazione delle transazioni (nel caso di c.d. blockchain permissioned).

La Blockchain si caratterizza per il proprio registro immutabile tale da garantire transazioni tracciabili e un’elevata sicurezza anche grazie all’applicazione della crittografia.

Criptovalute/valute virtuali

Sono la rappresentazione digitale di valore, non emessa da una banca centrale o da un’autorità pubblica, non necessariamente collegata a una valuta avente corso legale, utilizzata come mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi e trasferita, archiviata e negoziata elettronicamente (così è stabilito dall’art. 1, comma 2, lett. qq) del D.lgs. n. 231/2007 come modificato dal D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90 di recepimento della Direttiva UE 2015/849, c.d. “IV direttiva antiriciclaggio”).

DLT (Distributed Ledger Technology) ossia “tecnologie basate su registri distribuiti”

Si tratta di tecnologie e i protocolli informatici che usano un registro condiviso, distribuito, replicabile, accessibile simultaneamente, architetturalmente decentralizzato su basi crittografiche, tali da consentire la registrazione, la convalida, l’aggiornamento e l’archiviazione di dati sia in chiaro che ulteriormente protetti da crittografia verificabili da ciascun partecipante, non alterabili e non modificabili.

La memorizzazione di un documento informatico attraverso l’uso di tecnologie basate su registri distribuiti produce gli effetti giuridici della validazione temporale elettronica di cui all’articolo 41 del regolamento (UE) n. 910/2014 come stabilito dall’art. 8-ter della recente Legge 11 febbraio 2019, n. 12

Ethereum

è una piattaforma software per la creazione e pubblicazione peer-to-peer di smart contracts.

Nel 2016 Ethereum è stata divisa in due diverse blockchain: Ethereum Classic ed Ethereum Foundation.

Ether

La criptovaluta di Ethereum per effettuare gli scambi è denominata Ether.

Fintech

La Banca d’Italia ha definito FinTech (abbreviazione di Financial Technology) quale offerta di servizi di finanziamento, di pagamento, di investimento e di consulenza ad alta intensità tecnologica, che comportano forti spinte innovative nel mercato dei servizi finanziari.

Hash

Funzione matematica capace di produrre una stringa (sequenza di caratteri) di lunghezza fissa partendo da qualunque file o testo. Ogni minima modifica del file o del testo produce un diverso Hash. 

ICO

Initial coin offering, (Offerta di moneta iniziale) è un mezzo non regolamentato di crowfunding nel settore finanziario. In pratica si tratta del lancio sul mercato di una nuova moneta, nel caso specifico di una criptovaluta, per finanziare progetti imprenditoriali. Partecipando ad una ICO, si offrono al team autore dell’offerta i finanziamenti per un progetto, ottenendo in cambio dei token, ovvero una nuova criptovaluta, solitamente alla base del progetto stesso.

Marcatura temporale

Una marca temporale (timestamp) è una sequenza di caratteri che rappresentano una data e/o un orario per accertare l'effettivo accadaimento di un certo evento. L'applicazione della marca temporale è detto time-stamping.

Minare/minig/minatore

Con Mining si intende l’attività che svolgono i “Miner”: ovvero la risoluzione di un complesso problema matematico (che richiede un ingente impiego di potenza e di capacità elaborativa). Il mining consente di aggiungere un nuovo blocco contenete transazioni alla blockchain. Il blocco infatti dovrà prima essere esaminato, validato e crittografato dai “Miner” prima di diventare attivo ed essere aggiunto alla blockchain. Chiunque può diventare un “Miner” e può competere per essere il primo a risolvere il complesso problema matematico legato alla creazione di ogni nuovo blocco di transazioni in modo valido e crittografato.

Moneta elettronica

Si tratta di un credito nei confronti dell'emittente che sia: i) memorizzato su un dispositivo elettronico; ii) emesso dietro ricezione di fondi il cui valore non sia inferiore al valore monetario emesso; iii) accettato come mezzo di pagamento da imprese diverse dall'emittente. (Art. 1 Direttiva 2000/46/CE)

Smart contract

programma per elaboratore che opera su tecnologie basate su registri distribuiti e la cui esecuzione vincola automaticamente due o più parti sulla base di effetti predefiniti dalle stesse. Ai sensi della Legge 11 febbraio 2019, n. 12 – art. 8-ter gli smart contract soddisfano il requisito della forma scritta previa identificazione informatica delle parti interessate, attraverso un processo che soddisfi i requisiti fissati dalla linee guida dall’Agenzia per l’Italia digitale di prossima pubblicazione.

Token

I tokens sono una rappresentazione digitale di un bene (c.d. equity token), di una funzione (c.d. utility token) o rilasciati da una applicazione (decentralized application) solitamente basata su un'altra blockchain.

I token sono normalmente distinti in (i) security token, rappresentativi di diritti economici legati all’andamento dell’iniziativa imprenditoriale (ad esempio, il diritto di partecipare alla distribuzione dei futuri dividendi) e/o di diritti amministrativi (ad esempio, diritti di voto su alcune materie); e (ii) utility token, rappresentativi di diritti diversi, legati alla possibilità di utilizzare il prodotto o il servizio che l’emittente intende realizzare (ad esempio, licenza per l’utilizzo di un software ad esito del processo di sviluppo).

Validazione elettronica temporale

Dati in forma elettronica che collegano altri dati in forma elettronica a una particolare ora e data, così da provare che questi ultimi esistevano in quel momento (vs. art 3.33 del REG UE 910/2014)

Wallet

è un software o hardware che rappresenta un portafoglio di criptovalute. A differenza dei portafogli tradizionali, i portafogli digitali non memorizzano la valuta. I wallet infatti contengono solo un registro delle transazioni memorizzate nei vari blocchi presenti nella blockchain. Tramite un Wallet è quindi possibile comunicare direttamente con la blockchain per scambiare croptovalute o controllare il saldo e le transizioni effettuate precedentemente.

04 LEGAL & QUICK CONTACT